What’s Behind Art – Youth e Birdman

Cosa c’è dietro l’arte? Difficile dirlo, anzi: quasi impossibile definirlo. L’arte è un processo intimo, che nasce dal profondo di una persona. Sicuramente l’arte però è qualcosa di bello, anche nella sua forma più brutta.

What’s Behind Art, dunque, è una domanda complessa a cui non si può dare una risposta. Tuttavia, nel cinema (che viene definita la settima arte, ma ci torneremo più tardi), abbiamo visto diversi esempi di registi e cantanti caduti, di memorie e anni migliori, di vecchie glorie che cercano di tornare ai propri fasti. E non fanno sicuramente eccezione Birdman (di Alejandro Inarritu) e Youth – La giovinezza (di Paolo Sorrentino), che si sovrappongono andando a creare un punto di connessione in comune, ovvero gli artisti e la loro vita una volta che le luci si sono spente del tutto.

Se nella pellicola del regista campano troviamo come protagonista un anziano compositore e direttore d’orchestra (la mia mente, personalmente, mi spinge a pensare a S. Leone), che torna sulle scene grazie ad un invito inaspettato. Dall’altra parte, invece, troviamo un attore che vuole liberarsi della ingombrante presenza di un suo vecchio personaggio televisivo interpretato sul set, ovvero un supereroe di nome Birdman, organizzando uno spettacolo a Broadway. Destini molto diversi, ma allo stesso tempo simili, che durante entrambe le pellicole emergono, travolgendoci poi dagli eventi che accadono. Le similitudini d’altronde ci sono, ma gli eventi e i contesti sono completamente differenti, segno che sì, dietro l’arte c’è sempre qualcosa di diverso e personale.

Cinema e musica, due arti che devono per forza andare a braccetto. Così come vanno a braccetto anche le storie dei due protagonisti, in grado di raccontarci vite vissute magari anche in maniera piena, ma comunque non prive di rimorsi, angosce e incertezze. Senza dimenticare la famiglia, che diventa parte integrante della trama: da un lato la figlia del protagonista di Birdman, dall’altro invece la moglie del protagonista di Youth. La stessa cosa avviene inoltre per il networking: entrambi i protagonisti conosco due attori sulla rampa di lancio, ognuno di essi con il suo bagaglio di problemi e di esperienze professionali.

Amore, famiglia, affetti, viaggio nell’ignoto, voglia di rilanciarsi: elementi che in Youth – La giovinezza e Birdman sono ben presenti e si incontrano ad ogni angolo. Due pellicole così diverse, ma allo stesso tempo con diversi punti di connessione che ben si sposano e ci racconto il processo creativo ma no, non rispondono (come potrebbero) alla domanda iniziale. Perché è semplicemente impossibile.

fotoz.png

Alessandro Adinolfi nasce a Moncalieri nel 1992. Frequenta un ITIS e decide successivamente di lavorare nel campo del giornalismo, come editor per diversi siti di intrattenimento. Ama il cinema, ama i videogiochi, ama la musica e il calcetto. Cosa odia ancora non lo sa, ma prima o poi riuscirà a capirlo.