How Love Alienates Us – The Lobster & Her

 

“The Lobster” e “Her” sono film profondamente differenti, ma allo stesso tempo molto simili. Entrambi si focalizzano sul vero problema delle società contemporanee: l’alienazione dell’uomo, che si ritrova smarrito, solo, in balia di emozioni che risultano difficili da controllare. Attraverso due storie d’amore assolutamente non convenzionali si raccontano i dilemmi esistenziali e le angosce più antiche dell’uomo post-moderno.

Guidati solo da un senso di profonda perdita i due personaggi principali cercano una via d’uscita da un mondo distopico, che sotto un superficiale strato luccicante di ordine e progresso nasconde delle ferite, delle lacune, che possono essere colmate solo grazie all’aiuto di qualcun’altro. Grazie all’amore, quello stesso amore che è sia salvezza che condanna. Infatti, non sono solo baffi e occhiali ad accumunare i protagonisti, e nemmeno il loro carattere introverso. Entrambi hanno un profondo bisogno di comprensione.

La comunicazione diventa difficile. Le relazioni sociali e intime si fanno problematiche: sia per David (Colin Farrell), che per Theodore (Joaquin Phoenix), l’unica strada possibile sembra quella dell’evasione. Ma tutti e due sono obbligati a combattere con i propri sentimenti in un contesto che non favorisce l’intimità vera, autentica, tra le persone. Sono uomini rassegnati, governati nelle loro azioni solo da impulsi e da un pessimismo di fondo.

Confrontandosi con le immagini di una società completamente dominata dalla tecnologia, non è difficile mettersi nei panni dei protagonisti, nonostante i molti aspetti di irrealtà presenti nei film. Questo contribuisce a rendere tutto più inquietante o semplicemente paradossale. Il futuro non è più così lontano, e l’illusione del mondo idilliaco che dovrebbe promettere viene sostanzialmente a mancare.

Tornano centrali le paure più ancestrali dell’uomo: non trovare un punto fermo, vivere senza amore, morire nello stesso modo. Al termine della visione ritornano solo gli interrogativi fondamentali di sempre: cosa è disposto a fare l’essere umano pur di non dover affrontare la solitudine?

Elisa ScardinaleElisa Scardinale si è laureata in Scienze della Comunicazione nel 2017 e attualmente sta svolgendo un corso di laurea magistrale presso il DAMS di Torino, indirizzo Cinema e Media. Alla sua passione per la scrittura si unisce quella per il cinema, per cui ha svolto un corso di sottotitolazione e audiodescrizione di materiale audiovisivo. Attualmente è impegnata in un tirocinio presso l’Archivio del Museo del Cinema di Torino.